Centro d’Incontro Insieme

Il Centro d’Incontro è un progetto sviluppato in Olanda e promosso dalla Regione Emilia Romagna per favorire l’inclusione sociale ed il benessere della persona che vive con demenza e dei suoi famigliari (https://ciditalia.wordpress.com/).

Il Centro d’Incontro “Insieme” è un servizio per la comunità nato dalla collaborazione tra l’associazione GSA Fidenza e gli enti Pubblici e Privati del nostro territorio impegnati nei servizi di cura e di sostegno delle persone che vivono con disturbi neurocognitivi e delle loro famiglie, grazie al contributo principale di Fondazione Cariparma (Bando 2017-2019), ma anche delle donazioni di enti pubblici e privati e dei singoli cittadini che sostengono le nostre attività.

Al Centro d’Incontro Insieme viene utilizzato un approccio centrato sulla persona e sul suo benessere (Person Centred Care, PCC; Kitwood, 1997, Pradelli, 2005) e si svolgono: attività socio-ricreative di gruppo e individuali, attività adattate di terapia stimolazione cognitiva, emotiva e socio-relazionale per la promozione del benessere delle persone con disturbi cognitivi (Spector et al., 2006; Gardini et al., 2015; Borella et al., 2016); pet therapy, attività fisica adattata, movimento con musica, ballo e canto; attività di sostegno, formazione ed informazione per il caregiver, ossia colui che si prende cura.

Il Centro d’Incontro “Insieme” è un servizio GRATUITO attivo il LUNEDI’ e il MERCOLEDI’ dalle 9:30 alle 12 presso il Circolo Culturale Ricreativo Anziani di Fidenza (Ex Macello) Via Mazzini, 3.

Tutti Insieme Possiamo Fare la Differenza perchè l’Unione fa la forza! Vienici a trovare!

Per informazioni:

Gruppo Sostegno Alzheimer Fidenza: 331 1246839

Email: centroincontroinsieme.gsa@gmail.com

Parola ora a Nonno Abelardo:

FORZA E CORAGGIO

Una filastrocca per il mese di maggio?

Forza e coraggio!”

Così la compagnia del Centro di Incontro mi “incastrò”

e declinar l’invito non fu più possibile, ohibò!

Agli amici, si sa, non si può dir di no

ed eccomi qui perciò

a mettere in rima quattro pensieri,

che vengon dal cuore, che sono sinceri.

Centro di Incontro, una gran bella iniziativa!

Di dubbi ed incertezze non fu certo priva

nella sua fase di progettazione,

ma tanto bella e sfidante fu l’ambizione!

Dare un supporto a coloro

che nel territorio il nostro più che decennale lavoro

non era ancora riuscito a raggiungere.

E mi sento di aggiungere:

non solo agli anziani la cui vita sta diventando dura

ma anche a chi di loro si prende cura.

Un nuovo ambiente

rilassante ed accogliente.

Nuovi amici attenti all’ascolto,

ai quali qualcosa si da e dai quali si riceve molto.

Nuovi amici, chiamati Volontari,

e figure professionali senza pari

per umanità ed impegno

per esperienza ed ingegno.

Centro di Incontro, esperienza “pilota”

attorno alla quale ruota

l’interesse di persone ed istituzioni

delle quali ci interessano le opinioni

e dalle quali un supporto concreto ci aspettiamo.

In altri documenti meglio spieghiamo

la struttura, i metodi e le risorse

del Centro di Incontro ma forse

con una semplice frase già molto si può capire:

Insieme per darci sostegno…..

insieme per lasciare il segno,

         insieme per una vita migliore,

         insieme con una goccia…. di amore

Nonno Abelardo e il Gruppo Sostegno Alzheimer Fidenza

28 Maggio 2018

 

Coraggio e Forza

Forza e coraggio……

ed eravamo a maggio.

Coraggio e forza,

e noi, che abbiamo dura la scorza,

la forza e il coraggio ce li diamo,

alla faccia di Don Abbondio, ed “i Bravi” non temiamo!

Scusate questa divagazione Manzoniana

ma forza e coraggio sono la scorza dura e sana

di noi che un cuore “tenero” abbiamo

e che le difficoltà affrontare sappiamo.

Lasciamo quindi i Promessi Sposi alla letteratura

e veniamo, cosa buona, giusta e sicura,

a questa bella giornata,

che al motto del Centro di Incontro “Insieme” è ispirata:

Mi piace scherzare,cantare, ballare

e…..andare fuori a mangiare”.

Ed eccoci, davvero in tanti,

per uno dei momenti importanti

che fanno del nostro gruppo una famiglia,

che fanno dello stare assieme una meraviglia,

e delle “gambe sotto la tavola”

una vera favola!

Ed eccoci al San Giorgio, trattoria “popolare”

che con orgoglio e successo sa ospitare

una umanità, la migliore,

quella senza “la puzza sotto il naso” e per la quale l’unico “odore”

anzi profumo, è quello della buona cucina,

casalinga, nostrana e genuina!

Ed eccoci…… coraggio e forza

a fare rima con “meglio il parmigiano della scamorza”.

Ed eccoci ……forza e coraggio

a fare rima con “Di luce quel raggio

che illumina il nostro percorso”

assieme ad un buon sorso

di quel vinello che mai non ne avanza

e che si chiama “Speranza”.

Ed eccoci….. ma adesso basta,

gnocchi, lasagne, cappelletti in brodo

e per oggi niente pasta;

cotechino col puré e, se fate a modo,

pure le patate con costine

nonché coi funghi le scaloppine!

Bevande, caffè,e per finire, la portata migliore:

Solidarietà con tanto amore!

Nonno Abelardo e il Gruppo Sostegno Alzheimer Fidenza

dodicinovembreduemiladiciotto

 

FORZA E CORAGGIO, .. O CORAGGIO E FORZA?

Nonno Abelardo recita questa filastrocca al 1° compleanno del Centro Incontro Insieme

Forza e coraggio, o coraggio e forza?

Di certo abbiamo il cuore tenero e dura la scorza!

Perchè è così che deve essere il Volontario.

Altrimenti, come dice SuperMario,

In questo mondo non ci si capisce un tubo

e tutte le difficoltà sono elevate al cubo!

Ma qui non siamo in un Videogioco

dove se perdi non conta e basta poco

per ricominciare da capo la partita.

Qui stiamo trattando della vita

di Persone che sono entrate in un momento di difficoltà

trascinando con se parenti che, lo si sa,

sono spesso le loro uniche “stampelle”.

Nasce quindi una “favola” tra le più belle;

non la più grande, di certo non la più famosa,

ma che per la prima volta “osa”

sfidare con lo spirito del Volontariato

uno “stigma” che viene dal passato

e che ancor oggi duro colpisce.

È il Centro d’incontro “Insieme” e non stupisce

il fatto che stia avendo successo e gradimento.

Oggi festeggia il suo primo compleanno ed io mi sento

di pronosticare a questa nostra iniziativa

una davvero lunga prospettiva

ovvero di continuare anche nei prossimi anni

dei nostri amici ad alleviare i “malanni”

e magari di estendersi in tutto il Distretto.

Era tanto che mi covava dentro e mo’ l’ho detto!

Ma devo aggiungere che, come tutti sapete,

tutto questo che oggi vedete

ha bisogno di un economico sostegno

che affianchi il nostro grande impegno.

Ed ora lasciatemi concludere in amicizia:

oggi con questa festa inizia,

un percorso di ulteriore avvicinamento alla Comunità

la quale “su le maniche si farà”

e dalle parole passerà ai fatti!

Cosa dite? Siamo matti?

Si, forse, ma anche e soprattutto siamo sognatori

perché non c’è sogno che meriti gli onori

come quello che si trasforma in realtà

con, da parte di tutti, tanta Buona Volontà!

Nonno Abelardo e il Gruppo Sostegno Alzheimer Fidenza

 21 gennaio 2019

I commenti sono chiusi